Workinvoice

Soluzioni

Partnership

Insight & Business tips
3 Maggio 2024

Supply Chain Finance: Cos’è e Come Finanziare il Capitale Circolante

È sulle relazioni tra aziende che si poggia l’intera economia. E oggi, qualcosa sta trasformando il modo in cui tali relazioni si sviluppano: stiamo parlando del Supply Chain Finance, approccio che grazie alla tecnologia sta portando maggiore fiducia nei rapporti lungo tutta la filiera produttiva.

Il Supply Chain Finance (SCF) è una rivoluzione nelle pratiche di gestione e finanziamento del capitale circolante all’interno delle aziende moderne, che introduce metodologie innovative in grado di trascendere i canali tradizionali di finanziamento tra banche e imprese. Grazie all’implementazione di strumenti avanzati come il reverse factoring e l’invoice trading, le organizzazioni non solo riescono a ottimizzare i flussi di cassa lungo l’intera catena di approvvigionamento, ma abilitano anche una maggiore agilità finanziaria e operativa.

Di qui in poi vogliamo esplorare in dettaglio il funzionamento, i benefici e le prospettive future del SCF, tratteggiando il suo ruolo come leva strategica per affrontare le sfide economiche contemporanee.

Cosa si intende con Supply Chain Finance

Home » Insight & Business tips » Supply Chain Finance: Cos’è e Come Finanziare il Capitale Circolante

 


 

Cos’è il Supply Chain Finance

Il Supply Chain Finance (SCF) si configura come un complesso di strumenti finanziari altamente specializzati, progettati con lo scopo precipuo di incrementare l’efficienza finanziaria attraverso una gestione accurata e ottimizzata dei flussi di cassa intercorrenti tra le diverse entità partecipanti alla catena di fornitura. Al contrario dei metodi di finanziamento più convenzionali, che spesso si basano su rigidi rapporti di credito tra banche e imprese, il SCF introduce un modello innovativo che favorisce una collaborazione sinergica e dinamica tra tutti i soggetti coinvolti.

Da una parte, facilita l’accesso a finanziamenti più flessibili e adattati alle specifiche necessità operative delle imprese; dall’altra, stimola una maggiore integrazione tra i partner commerciali, creando un ambiente di lavoro più coeso e reattivo alle variabili di mercato.

Dimostratosi una vera e propria svolta per le PMI nel contesto post-covid, il SCF spicca come un alleato strategico fondamentale, capace di offrire soluzioni utili a mitigare l’impatto dell’inflazione e sostenere l’attività economica con una resilienza rinnovata. I dati riportati nel report dell’Osservatorio Supply Chain Finance del Politecnico di Milano mostrano che nel 2022, complessivamente, le soluzioni di SCF coprivano il 23% del mercato potenziale, pari a circa 130 mld.

Nonostante le cifre impressionanti, il SCF rimane ancora poco diffuso tra le piccole e medie imprese (PMI), che rappresentano una quota significativa dell’economia nazionale​​: secondo quanto risulta dal sondaggio condotto da Workinvoice – in collaborazione con l’Osservatorio Supply Chain Finance del Politecnico di Milano  – solo il 3% delle PMI italiane ricorre al SCF nell’accesso al credito.

Perché il Supply Chain Finance è così Importante?

Attraverso l’adozione del SCF, le aziende possono beneficiare di condizioni di pagamento più favorevoli, ridurre i tempi di attesa per il ricevimento dei pagamenti e minimizzare i rischi di insolvenza.

L’obiettivo principale di queste soluzioni finanziarie è quindi duplice: da un lato, migliorare la liquidità aziendale, essenziale per il sostegno dell’operatività quotidiana e per l’investimento in nuove opportunità di crescita; dall’altro, rafforzare la stabilità finanziaria dell’intera catena di fornitura, garantendo che ogni anello – dal produttore al distributore – possa operare con maggiore sicurezza e meno incertezze finanziarie.

Come funziona il Supply Chain Finance: Strumenti e Tecniche

Il Supply Chain Finance si articola in un insieme di soluzioni finanziarie pensate per agevolare le imprese nell’accesso al credito e gestire al meglio la liquidità; fattori chiave per sostenere le attività quotidiane e supportare la crescita.

Gli strumenti che vediamo di seguito, ciascuno con le sue specificità, sono validi alleati nel velocizzare i processi di incasso e rafforzare la solidità finanziaria delle imprese nel medio-lungo periodo. Insieme formano un ecosistema economico-gestionale solido e dinamico. Consentono alle imprese di affrontare con maggior agilità le sfide del mercato, gestendo al meglio il flusso di cassa nel tempo.

Reverse Factoring

Reverse Factoring

Uno strumento molto efficace è il reverse factoring, che permette di monetizzare in anticipo i crediti vantati nei confronti dei principali clienti. Offre condizioni di pagamento migliori, e allo stesso tempo trasforma le fatture in denaro in poco tempo. Grazie ad accordi con gli istituti finanziari, i fornitori ottengono subito liquidità dalle fatture approvate, mentre i compratori godono di tempi di saldo più ampi.

Così si ottimizza la gestione del capitale e si rafforzano i legami commerciali nel lungo periodo. Una tecnica win-win che, sfruttando la risorse delle controparti, aiuta concretamente le aziende a disporre della liquidità necessaria per produrre ed evolversi.

Dynamic Discounting

 

Il dynamic discounting è un’arma in più per gestire al meglio il flusso di cassa. Con questa soluzione, gli acquisti in anticipo delle fatture consentono di ottenere sconti proporzionati alla velocità di pagamento: più velocemente gli acquirenti saldano il dovuto, maggiore sarà il risparmio. Dunque, ambedue le parti in causa hanno modo di programmare al meglio le scadenze e prendere decisioni di investimento con maggior margine. Un sistema su misura, calibrato sulla rapidità con cui ognuno adempie ai propri obblighi fiscali.

Invoice Trading

I motivi per cui scegliere l’Invoice Trading

Un altro strumento del SCF è l’invoice trading, molto diverso dal factoring tradizionale. Consente di cedere via piattaforma digitale le fatture non ancora riscosse a una rete di investitori. Come? Trasformando in anticipi di cassa i crediti commerciali, a volte ingenti, vantati nei confronti dei clienti.

Ciò si rivela prezioso per le imprese che necessitano di disponibilità immediate per finanziare progetti o imprevisti. Gli investitori ottengono a loro volta un rendimento appetibile, calcolato in base al rischio dell’operazione. Un gioco di squadra che alimenta la circolarità del denaro a beneficio di tutti.

Sviluppi e Tendenze del Supply Chain Finance

L’orizzonte del Supply Chain Finance (SCF) si prospetta promettente, caratterizzato da un’incessante marcia verso l’innovazione e l’adozione di strumenti sempre più agili e sofisticati. Il settore è testimone di una notevole evoluzione tecnologica, in particolare con l’integrazione dell’intelligenza artificiale (AI) e delle Application Programming Interfaces (API) che stanno trasformando il modo in cui il credito viene gestito e personalizzato.

Tali tecnologie rispondono alle esigenze delle piccole e medie imprese che – come visto – spesso si confrontano con barriere significative relative alla liquidità e all’accesso al credito, facilitando processi finanziari più rapidi e adattabili alle specifiche necessità aziendali.

L’AI, in particolare, permette un’analisi predittiva più accurata e una gestione del rischio migliorata, mentre le API facilitano l’integrazione di servizi finanziari diversificati, così che le imprese possano avere un controllo più granulare e flessibile delle loro operazioni finanziarie.

La crescita del mercato del SCF riflette il riconoscimento del valore intrinseco di queste soluzioni, ma anche l’importanza crescente che rivestono nella promozione della stabilità e dello sviluppo economico. Una simile tendenza è indicativa della fiducia che le imprese ripongono nel SCF come leva strategica per il miglioramento della loro efficienza operativa e per la sicurezza finanziaria.

Ti è piaciuto questo articolo?

Se hai trovato utile questo contenuto puoi condividerlo aiutandoti con i pulsanti che vedi di seguito, leggere altri articoli del nostro Blog o scoprire le nostre soluzioni di Invoice Trading e Reverse Factoring.

Condividi sui social

LinkedIn
Facebook
Twitter
WhatsApp

ALTRE NOTIZIE SIMILI

banca sella workinvoice
Workinvoice news
20 Aprile 2021

Open Banking Integrato e Digitale: La Partnership tra Workinvoice e Banca Sella

Marketplace Economy
Insight & Business tips
22 Gennaio 2021

L’Evoluzione del FinTech Italiano verso l’Embedded Finance

Futuro del Fintech
Insight & Business tips
4 Dicembre 2020

Personalizzazione, velocità e digitalizzazione: le carte vincenti del Fintech in un mondo che cambia

Vantaggi Invoice Trading tra Fintech e Marketplace B2B
Insight & Business tips, Workinvoice news
24 Giugno 2020

Convergenza tra fintech e marketplace B2B. Il caso dell’Invoice Trading e la partnership Cribis-Workinvoice

Resta aggiornato
Iscriviti alla newsletter Workinvoice

Workinvoice
Piazza San Camillo de Lellis 1, 20124 Milano

info@workinvoice.it
(+39) 02-868-91072

About

WorkInvoice © 2016 / P.IVA 08451350964 / Numero REA MI-2027541 / Payment Agent: Regafi 86989 / designed by SUNNYONES