Workinvoice

Soluzioni

Partnership

Insight & Business tips
15 Aprile 2024

Differenze tra Crowdfunding, Equity Crowdfunding e Lending (Prestito Diretto)

Nuove opportunità stanno nascendo nel mondo della finanza grazie a modelli quali Crowdfunding, Equity Crowdfunding e Lending. Offrono chance inedite sia a chi investe, alla ricerca di ritorni, sia a imprenditori con idee da realizzare. Sebbene tutti si basino sul coinvolgimento collettivo, i tre approcci presentano differenze nel livello di rischio, nei possibili guadagni e negli obiettivi perseguiti.

In queste righe cercheremo di capire come ciascuno riesca a soddisfare necessità diverse dando nuova linfa al settore. Ci addentreremo nelle caratteristiche distintive di modelli capaci di democratizzare l’accesso ai capitali, aprendo strade finora precluse a molti.

Fifferenza tra Crowdfunding, Equity Crowdfunding e Lending

Home » Insight & Business tips » Differenze tra Crowdfunding, Equity Crowdfunding e Lending (Prestito Diretto)

 


 

Crowdfunding: la Democratizzazione del Finanziamento

Il Crowdfunding è una modalità di finanziamento collettivo estremamente versatile, in cui individui o entità raccolgono capitali da un vasto numero di donatori attraverso piattaforme online specializzate. Questa tecnica di raccolta fondi è diventata popolare per la capacità di supportare una molteplicità di progetti in vari ambiti: dall’innovazione tecnologica, con la nascita di gadget e soluzioni hi-tech, alla produzione di film indipendenti, album musicali, opere letterarie, fino al sostegno di iniziative sociali e ambientali.

Una delle caratteristiche salienti del Crowdfunding è l’accessibilità: permette a creativi, inventori e attivisti di portare alla luce progetti che, senza il sostegno collettivo, rimarrebbero con tutta probabilità irrealizzati. Le piattaforme di Crowdfunding facilitano l’interazione diretta tra chi ha un’idea e chi è disposto a supportarla economicamente, abbattendo così le barriere tradizionali imposte da istituzioni finanziarie e criteri di investimento più rigidi.

Gli investitori, o meglio i sostenitori, vengono incentivati a partecipare non tanto da un ritorno finanziario immediato, quanto piuttosto da premi non monetari che variano in base al livello di contributo fornito. Possono includere versioni limitate o anticipazioni di un prodotto, menzioni speciali nei crediti di un film, accessi esclusivi a eventi o esperienze legate al progetto.

Il Crowdfunding, pertanto, facilita la nascita di progetti innovativi e creativi, ma crea anche una comunità di sostenitori che si sentono emotivamente e personalmente legati al successo del progetto, alimentando un circolo di supporto e partecipazione attiva.

Equity Crowdfunding: Investire in Cambio di Quote Aziendali

Crscita dell'invoice trading in Italia

Anche l’Equity Crowdfunding è una forma di finanziamento collettivo, ma si distingue dalla precedente per l’impegno diretto nel capitale di rischio delle aziende: gli investitori non solo forniscono fondi, ma acquisiscono anche azioni o quote di proprietà delle società. Il loro rendimento sarà quindi legato a doppio filo al successo futuro dell’impresa. Parliamo di una forma di investimento indicata soprattutto per chi è alla ricerca di un’opportunità per entrare nella fase iniziale di progetti promettenti, spesso avvantaggiandosi di una valutazione aziendale inferiore rispetto al potenziale di crescita a lungo termine.

In Italia, l’Equity Crowdfunding è sottoposto a regolamentazione rigorosa da parte della CONSOB, l’ente che assicura che tutte le operazioni siano trasparenti e conformi alle norme finanziarie, proteggendo così gli interessi sia delle start-up che degli investitori. La regolamentazione fissa requisiti precisi per la divulgazione di informazioni aziendali, allo scopo di consentire a chi investe di prendere decisioni consapevoli.

Le piattaforme di Equity Crowdfunding rappresentano per start-up e PMI un’opportunità imperdibile per acquisire capitali, spesso irraggiungibili attraverso banche o mercati azionari. E ciò vale soprattutto per le nuove realtà imprenditoriali, che faticano a mostrare redditività immediata agli occhi degli istituti classici. Grazie alle campagne di Equity Crowdfunding, molte idee brillanti hanno la chance di decollare, intercettando magari anche piccole quote dagli investitori digitali. Una ventata d’aria fresca per l’economia, che può fiorire partendo dal basso, dall’entusiasmo delle persone.

Le aziende che optano per l’Equity Crowdfunding beneficiano non solo di un capitale fresco, ma anche della possibilità di espandere la loro base di sostenitori con azionisti che hanno un interesse personale e finanziario nel loro successo. Si crea così una community di investitori legati alle imprese non solo dall’apporto finanziario, ma anche da un valore aggiunto altrettanto prezioso: consulenza, networking e supporto operativo.

Tutto ciò amplifica enormemente le chance di successo e crescita delle startup. Un modello, questo, capace di aggregare profili eterogenei, da chi investe piccole somme a chi può permettersi cifre più importanti. Democratizzando così il capitale di rischio, esso si rivela uno strumento sempre più strategico per le nostre realtà imprenditoriali. Che oggi, grazie a questa modalità innovativa, trovano nuove strade per affermarsi sul mercato sia locale sia estero con sempre maggior slancio.

Lending: il Prestito nell’Era Digitale

Investitori Istituzionali aumentano i fondi per l’Invoice Trading

Il Lending, noto anche come prestito diretto, appare come evoluzione del tradizionale sistema di prestiti bancari: sfrutta le piattaforme online per facilitare un diretto scambio finanziario tra investitori e richiedenti. Gli investitori forniscono fondi direttamente a individui o aziende attraverso una piattaforma digitale, ricevendo in cambio interessi sul capitale prestato, a seconda del termine e del rischio del prestito. Uno scambio finanziario semplice ed efficace. Questa modalità di finanziamento è molto vantaggiosa per le piccole e medie imprese (PMI) che necessitano di accesso immediato a liquidità per espandere operazioni, finanziare nuove iniziative o gestire flussi di cassa stagionali.

Uno degli aspetti distintivi del Lending è la rapidità e la flessibilità del processo. A differenza delle procedure spesso lunghe e burocratiche richieste dalle banche tradizionali, le piattaforme di Lending permettono a imprenditori e aziende di ottenere finanziamenti in tempi notevolmente ridotti.

Il segreto di tale celerità risiede nell’intelligenza artificiale. Algoritmi e tecnologie di data analytics di nuova generazione valutano la solvibilità del richiedente in modo ultraefficiente, riducendo al minimo i rischi per gli investitori. Inoltre, sia investitori che richiedenti hanno informazioni complete su termini, storico pagamenti, profili.

La sicurezza è un’altra componente importante del successo del Lending. Le piattaforme utilizzano tecnologie di sicurezza all’avanguardia per proteggere i dati sensibili e assicurare che le transazioni siano eseguite in modo sicuro. In aggiunta, molte piattaforme offrono fondi di garanzia o sistemi di buy-back che proteggono parzialmente o totalmente gli investitori da eventuali inadempienze.

Crowdfunding, Equity Crowdfunding e Lending a confronto

Sebbene Crowdfunding, Equity Crowdfunding e Lending condividano la logica di base del finanziamento collettivo, si rivolgono a bisogni e profili di rischio molto diversi, adattandosi a vari scopi e aspettative degli investitori.

Il Crowdfunding è indicato per iniziative creative o sociali che mirano a instaurare una connessione diretta con una comunità di sostenitori. Un modello ideale per progetti che non cercano necessariamente un ritorno economico immediato ma piuttosto aspirano a realizzare idee o prodotti innovativi grazie al sostegno di una massa di persone motivate da passioni e interessi comuni. Le ricompense offerte spesso non sono finanziarie ma simboliche, come prodotti esclusivi, esperienze personalizzate o riconoscimenti speciali.

L’Equity Crowdfunding, d’altra parte, si rivolge a un tipo di investitore più orientato al rendimento finanziario e interessato a partecipare attivamente alla crescita economica di start-up o PMI. Gli investitori acquisiscono quote di proprietà delle aziende, con la prospettiva di ottenere un apprezzamento del capitale nel tempo e, potenzialmente, dividendi. È particolarmente attrattivo per chi desidera esplorare opportunità in settori emergenti o in mercati innovativi, con un livello di rischio generalmente più elevato ma accompagnato da una maggiore possibilità di guadagno

Infine, il Lending, o prestito diretto, si pone come soluzione intermedia: combina elementi dei sistemi di finanziamento tradizionali con la flessibilità e l’accessibilità del modello fintech. Attraverso il Lending, gli investitori forniscono capitali a individui o aziende in cambio di interessi fissati su periodi determinati, configurando una forma di investimento che offre rendimenti prevedibili e relativamente sicuri. Un approccio adatto a coloro che cercano un flusso di entrate costante e meno volatile, con rischi moderati e una buona trasparenza nel processo di valutazione del credito.

Distinguere le sottili ma decisive differenze tra questi modelli è fondamentale, dato che ciascuno presenta un proprio set univoco di opportunità e potenziali rischi. La scelta migliore dipende dal proprio profilo: orizzonte temporale, propensione al rischio, ambizioni personali. Prima di lanciarsi è consigliabile valutare attentamente le proprie caratteristiche per individuare la via più idonea ai propri obiettivi.

Ti è piaciuto questo articolo?

Se hai trovato utile questo contenuto puoi condividerlo aiutandoti con i pulsanti che vedi di seguito, leggere altri articoli del nostro Blog o scoprire le nostre soluzioni di Invoice Trading e Reverse Factoring.

Condividi sui social

LinkedIn
Facebook
Twitter
WhatsApp

ALTRE NOTIZIE SIMILI

banca sella workinvoice
Workinvoice news
20 Aprile 2021

Open Banking Integrato e Digitale: La Partnership tra Workinvoice e Banca Sella

Marketplace Economy
Insight & Business tips
22 Gennaio 2021

L’Evoluzione del FinTech Italiano verso l’Embedded Finance

Futuro del Fintech
Insight & Business tips
4 Dicembre 2020

Personalizzazione, velocità e digitalizzazione: le carte vincenti del Fintech in un mondo che cambia

Vantaggi Invoice Trading tra Fintech e Marketplace B2B
Insight & Business tips, Workinvoice news
24 Giugno 2020

Convergenza tra fintech e marketplace B2B. Il caso dell’Invoice Trading e la partnership Cribis-Workinvoice

Resta aggiornato
Iscriviti alla newsletter Workinvoice

Workinvoice
Piazza San Camillo de Lellis 1, 20124 Milano

info@workinvoice.it
(+39) 02-868-91072

About

WorkInvoice © 2016 / P.IVA 08451350964 / Numero REA MI-2027541 / Payment Agent: Regafi 86989 / designed by SUNNYONES