partenza

Pronto a ripartire? Per farlo, nel 2021 sarà sempre più importante selezionare clienti di qualità

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Tempo di lettura: 3 minuti
Nell’anno della ripartenza a fare la differenza sarà da un lato la disponibilità di cassa e dall’altro la capacità delle imprese di misurare in anticipo la qualità dei propri clienti e crediti commerciali. Ecco come l’invoice trading può aiutarti

Il 2021? Deve essere l’anno della ripartenza. È vero, purtroppo a causa di quest’ultima ondata pandemica, gran parte delle regioni italiane sono andate incontro a nuove chiusure, ma è altrettanto vero che ora, rispetto a un anno fa abbiamo i vaccini. E dunque possiamo iniziare a intravedere la luce e a sperare che le imprese italiane possano ritornare, nel giro di alcune settimane, a fare progetti per il futuro e chiudere l’anno a marcia ingranata.

Problema liquidità

Ma c’è un ostacolo: la mancanza di liquidità. Se sei un imprenditore o se segui gli aspetti finanziari dell’azienda per cui lavori, molto probabilmente nei mesi passati avrai visto i conti essere messi a dura prova, costringendoti a rinunciare ad una parte di fatturato a causa di un’improvvisa riduzione delle vendite. Oggi, che è necessario pensare al futuro, bisogna ripartire proprio da questo elemento, ovvero la cassa. Quando ritorneremo alla normalità, la domanda salirà e le aziende come la tua dovranno iniziare a produrre subito per poi essere pagate successivamente, nei tempi delle scadenze delle fatture. Avrai dunque bisogno di avere a disposizione un cuscinetto di liquidità adeguato, che ti permetta di sostenere i costi iniziali.

Durante questi mesi di pandemia, le misure di sostegno attuate dal governo si sono concentrate tutte sulle garanzie sui prestiti a medio termine, trascurando la cessione dei crediti commerciali, che si ottiene con l’anticipo fatture bancario, con il factoring o con l’invoice trading. Questo succedeva proprio in un momento in cui i clienti, a causa della crisi, riscontravano delle difficoltà a pagare puntuali i loro fornitori.

L’invoice trading è la scelta vincente

La cessione del credito tramite invoice trading, in particolare, è invece proprio ciò che consente di fare cassa senza indebitarsi, perché permette alle aziende di anticipare le proprie fatture vendendole ad investitori istituzionali in cambio di liquidità immediata e proteggendosi dal rischio di mancato pagamento. Rispetto al factoring e all’anticipo bancario presenta poi diversi vantaggi e per questo nel 2021 si rivelerà una scelta vincente. Vediamo perché:

  • Come ricordiamo sempre, è un servizio flessibile, perché ti permette di anticipare anche una singola fattura e rapido, perché nel giro di pochi giorni puoi ottenere una risposta. Inoltre è complementare rispetto agli strumenti tradizionali, in quanto non influendo sulla posizione in centrale rischi, costituisce un valido aiuto se hai bisogno di richiedere un finanziamento o ricorrere all’anticipo fatture bancario.
  • Inoltre, le banche concedono credito ed effettuano l’anticipo fatture sulla base del bilancio dell’anno precedente. Con tutta probabilità, purtroppo, a causa della crisi dovuta alla pandemia, il bilancio 2020 della tua azienda potrebbe vedere diversi parametri in peggioramento rispetto all’anno scorso. E questo potrebbe comportare una riduzione dei plafond. Ma non solo, l’anticipo fatture è un prodotto che non porta grandi margini alle banche, che quindi non riescono a servire le aziende più piccole perché per loro rappresentano un costo. Ed è proprio questo il vantaggio principale dell’invoice trading rispetto agli strumenti tradizionali: il nostro servizio non necessita di garanzie da parte di chi vende il credito, ma si basa sulla solvibilità di chi paga le fatture.

Selezionare clienti di qualità: la chiave della ripartenza

Secondo Vittorio Caratti, Responsabile Sviluppo Rete Intermediari di Workinvoice, è proprio quest’ultimo punto che sarà centrale nell’anno della ripartenza: selezionare clienti affidabili e puntuali farà la differenza per la tua impresa, per diverse ragioni. Quella più semplice è che avere clienti insolventi, oltre a creare pressioni sulla cassa, ti porta a tenere le linee di produzione impegnate per un cliente che ha difficoltà a pagare, senza poter produrre per altri potenziali clienti. Ma non solo, gli insoluti causano anche un peggioramento nella determinazione del tuo rating bancario, limitando l’accesso a futuri prestiti e anche ad occasioni di business, in quanto le imprese che cercano fornitori possono decidere anche in base al rating delle aziende che si candidano ad esserlo.

L’invoice trading profila il cliente (e il credito commerciale) anche delle micro imprese

Ma come fare a sapere in anticipo se il tuo cliente ha un’azienda sana o se dovrai rincorrerlo per essere pagato? L’invoice trading di Workinvoice aiuta le imprese a valutare la qualità delle proprie fatture e dunque a limitare il rischio di trovarsi con insoluti che generano tutti i danni di cui abbiamo parlato. L’azienda che aderisce alla piattaforma, ottiene infatti la profilazione automatica dei propri clienti e l’analisi dei risk manager di Workinvoice. Si tratta di una consulenza accessoria gratuita, che in genere costa molto in termini finanziari e di effort e non sempre è accessibile alle imprese più piccole.

Grazie a questa analisi potrai valutare la bontà dei crediti che vuoi cedere, ma anche compiere una pre-analisi sul cliente prima di stipulare un nuovo contratto. Workinvoice ti aiuta dunque a selezionare sia i crediti sia i clienti, anche in ottica del rapporto con le banche e dei parametri sulla crisi d’impresa che saranno molto stringenti.

Scopri come ottenere liquidità immediata per la tua azienda

Vuoi saperne di più?

Mandaci una mail e ti risponderemo al più presto. Altrimenti prenota una telefonata e ti chiameremo noi.

Contatta un nostro consulente