economy

Shadow credit: cosa può comportare per le aziende italiane e quali sono le soluzioni a questo fenomeno. L’intervista a Matteo Tarroni su Economy

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Tempo di lettura: < 1 minuto
Per abbattere il fenomeno dello shadow credit che mette a rischio la liquidità delle imprese, Matteo Tarroni, il fondatore di Workinvoice, rilancia il tema del factoring 2.0 invitando ad un'azione di lobbying.

C’è un grande usuraio nascosto nell’economia italiana. Una banca-ombra che rosicchia soldi a tutti: pochi soldi, ma a tutti. Si chiama ritardo dei pagamenti. E costringe i fornitori a fare da banca ai loro clienti, senza essere pagati.

Tutti siamo fornitori e clienti di qualcuno, e tanti di noi, pagando in ritardo, speculano sugli interessi del fornitore e, ricevendo pagamenti in ritardo, sono vittima della stessa banca-ombra. Nell’insieme, una monumentale inefficienza di sistema contro la quale sarebbe facile agire.

“Si tratta di una forma di shadow credit molto rischioso per il fornitore“, spiega Matteo Tarroni, co-fondatore e CEO di Workinvoice, “perché, non essendoci un contratto, se improvvisamente i ritardi nei pagamenti si allungano, il fornitore non ha alcuna garanzia né paracadute per rientrare in possesso della sua liquidità“.

Scopri l’intervista completa a Matteo Tarroni all’interno dell’articolo di Economy.

Scopri come ottenere liquidità immediata per la tua azienda

Vuoi saperne di più?

Mandaci una mail e ti risponderemo al più presto. Altrimenti prenota una telefonata e ti chiameremo noi.

Contatta un nostro consulente