Le opportunità del settore Fintech: alla scoperta dell’invoice financing.

Articolo di Daniele Forza – ItalianCrowdfunding
www.italiancrowdfunding.it
www.fintechnews.it
Daniele Forza on LinkedIn

10 marzo 2016

Il fintech ha superato la cifra globale di 12 miliardi di dollari nel giugno 2015. E le ultime stime di Morgan Stanley prevedono una crescita esponenziale sino al 2020 portando il transato complessivo ad oltre 290 miliardi. Se ne è parlato ad “Unconventional Investments”, il nuovo format che riunisce appassionati e operatori di strumenti di finanza alternativa per dibattiti e aggiornamenti culturali sulle nuove tendenze e opportunità del settore finanziario in Italia e nel resto del mondo.

Ma quali sono le principali piattaforme che attualmente muovono il mercato fintech nel mondo? Nel nostro paese si sono recentemente registrati importanti fenomeni (soprattutto nel P2P lending) siglando diversi aumenti di capitale da parte di venture capital e business angels.

Ecco invece di seguito alcune tra le piattaforme più importanti nel mondo e la loro rispettiva valutazione:

aziendeFintech1

Il fintech come sappiamo non è solo P2P. Il fintech è tutto l’insieme di piattaforme che stanno modificando profondamente l’intero settore finanziario. Il fintech è quindi anche equity crowdfunding e invoice financing. Concentriamoci allora in questa sede sul meccanismo di funzionamento dell’ invoice financing.

Chi sono gli attori coinvolti?

PMI: sono le piccole e medie imprese che operano nel tessuto italiano e che hanno la necessità di ottenere un finanziamento immediato cedendo le proprie fatture commerciali a potenziali investitori. Sono principalmente società che non hanno accesso al credito bancario per problemi legati al modello di business (fase startup) oppure sono imprese che cercano alternative finanziarie a migliori condizioni di mercato.

Investitori: sono aziende, hedge fund o in genere investitori istituzionali e privati che hanno liquidità in portafoglio da investire all’interno della piattaforma di invoice trading.

Workinovice: siamo noi ed è la nostra piattaforma che mette in contatto diretto investitori e PMI in maniera completamente automatizzata. Di seguito proponiamo un semplice schema di quanto appena descritto.

pmi-seller-buyer

I benefici nell’utilizzo della finanza alternativa sono molteplici e per tutti gli attori coinvolti. Per le aziende c’è una maggiore flessibilità, trasparenza ed un nuovo canale alternativo da cui poter attingere risorse finanziarie.

Gli investitori hanno invece un ottimo rapporto rischio / rendimento, trasparenza e riescono a migliorare le condizioni complessive del tessuto economico gravato da problematiche di scarso accesso al mercato dei capitali.
Osserviamo ad esempio come si distribuiscono i rendimenti delle fatture commerciali di invoice financing a confronto con i principali strumenti finanziari di tipo tradizionale.

rendimenti

Ed ora osserviamo invece la durata media degli investimenti. Anche qui abbiamo voluto confrontarli con gli strumenti tradizionali e la differenza è piuttosto notevole. Un nostro investimento dura in media 80 giorni rispetto ad un PCT che ne dura 6 mesi o un’obbligazione corporate che arriva sino a 3 anni.

durata

Qual’è la situazione dell’invoice financing nel mondo?

In USA il mercato dei “receivables” ha raggiunto lo status di un investimento di mercato monetario. La principale piattaforma di invoice trading si è integrata nel NYSE ed esiste ormai un “working capital market” dove si scambiano quotidianamente centinaia di milioni di dollari di “receivables” e “payables”.
Nel Regno Unito invece si è sviluppato il piú grande mercato di invoice trading d’Europa. Il motivo è legato anche al fatto che il governo supporta il business attraverso una regolamentazione favorevole permettendo lo sviluppo di numerose iniziative imprenditoriali.
Per far comprendere al lettore la dimensione del mercato, nel Regno Unito esistono oltre 5 milioni di PMI e vengono transate 25 milioni di sterline di fatture ogni mese.
In Europa continentale le piattaforme di trading dei crediti commerciali adottano modelli diversi a seconda della struttura del sistema economico, delle modalità di pagamento e della regolamentazione normativa.

Anche in Italia può svilupparsi un efficiente mercato dei crediti commerciali?

Noi crediamo di si, e i motivi sono i seguenti:

  • Crediti commerciali estremamente diffusi
  • Mercato potenziale vastissimo
  • Credit crunch operato dalle banche
  • Elevati margini di interesse
  • Rischio contenuto grazie ad un sistema di rating efficiente

Vuoi saperne di più?

Mandaci una mail e ti risponderemo al più presto. Altrimenti prenota una telefonata e ti chiameremo noi.

Contattaci via mail o Prenota una telefonata