Logo_borsa_italiana

IMPRESE: “NEI PROSSIMI 3 MESI NECESSARI 15 MILIARDI DI LIQUIDITÀ”

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Tempo di lettura: < 1 minuto

Nei prossimi tre mesi alle imprese potrebbero servire 15 miliardi di liquidità per via di un allungamento dei tempi sia per i pagamenti che degli incassi, oltre che per la contrazione del fatturato.

Questa la stima del primo Osservatorio sul working capital realizzato da Cribis e Workinvoice su un campione di 84mila Pmi con fatturato tra i 2 e i 50 milioni di euro.

Secondo CRIF Ratings il fabbisogno finanziario per tutto il 2020 sarà di oltre 45 miliardi, di cui quasi il 50% riguarderà le imprese di Lombardia (27% del campione), Veneto (12%) ed Emilia-Romagna (10%), con maggiori difficoltà per commercio all’ingrosso, manifattura di prodotti metallici, non metallici e il segmento del tessile e abbigliamento. 

In questo scenario le simulazioni effettuate sul campione di Pmi hanno valutato l’effetto di un allungamento fino a 20 giorni dei tempi di incasso su 190 miliardi di euro di crediti commerciali e di 10 giorni su 152 miliardi di euro di debiti verso fornitori.

Scopri di più all’interno dell’articolo di approfondimento del sito online della Borsa Italiana

Scopri come ottenere liquidità immediata per la tua azienda

Vuoi saperne di più?

Mandaci una mail e ti risponderemo al più presto. Altrimenti prenota una telefonata e ti chiameremo noi.

Contatta un nostro consulente