LOGO LA STAMPA

Imprese, arriva il nuovo Codice della Crisi – La Stampa

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Tempo di lettura: < 1 minuto
Il 15 luglio è entrato in vigore il nuovo Codice della crisi, strumento teoricamente efficace nel segnalare situazioni di potenziale pericolo con un anticipo tale da consentire alle aziende stesse di correre ai ripari, grazie al supporto di un esperto. La legge, seppure migliorabile, è ben fatta, ma manca un pezzo: il tool kit per comporre la crisi sul fronte della finanza. Tool kit che non può che avere al centro i crediti commerciali.

Quasi 300mila società italiane sono a rischio default (il dato è dell’Osservatorio Rischio Imprese di Cerved): i comparti più colpiti dal peggioramento della congiuntura sono costruzioni, trasporti, industria pesante, servizi non finanziari e il peggioramento del rischio più consistente nel 2022 avviene per gestione aeroporti (+24,7%), siderurgia (+12,1%) e ristorazione (+11,7%). In sofferenza anche cantieristica (+4,3%) e automotive (+3,7%).

Certamente una quota di queste aziende non ha speranze, ma molte altre, – solide e promettenti e tuttavia ferite dalla situazione contingente – con una attenta analisi patrimoniale e una gestione efficace di flussi di cassa e crediti commerciali, potrebbero sopravvivere e riprendere quota, passata la bufera.

Il 15 luglio è entrato infatti in vigore (e potremmo dire è arrivato in soccorso) il nuovo Codice della crisi, strumento teoricamente efficace, per cui non mancano tuttavia aspetti di criticità. Le riflessioni arrivano da Matteo Tarroni, CEO & Co-Founder di Workinvoice e Vincenzo De Sensi, Founder Studio Legale De Sensi e Professore di Diritto della Crisi d’Impresa.

Approfondisci l’argomento all’interno dell’articolo de La Stampa.

Scopri come ottenere liquidità immediata per la tua azienda

Vuoi saperne di più?

Mandaci una mail e ti risponderemo al più presto. Altrimenti prenota una telefonata e ti chiameremo noi.

Contatta un nostro consulente