Workinvoice

Soluzioni

Partnership

Storie d’impresa
16 Marzo 2022

Il fintech, una fonte preziosa di tecnologie facilmente integrabili

Fintech

Abbiamo spesso parlato di come il fintech sia nato in seguito alla crisi finanziaria del 2008, quando le banche hanno stretto le maglie del credito e per le imprese, soprattutto quelle più piccole, è diventato molto più difficile ottenere liquidità.

Il fintech ora

Sono passati più di dieci anni e, complice la pandemia, il mondo è profondamente cambiato. Se infatti all’inizio era visto con sospetto, oggi abbiamo capito invece che il fintech può essere una fonte preziosa per offrire non solo alle banche, ma anche alle aziende, servizi finanziari più efficienti.

Al centro di questa evoluzione c’è ovviamente la tecnologia, che in questi due anni di Covid ha visto un’accelerazione incredibile, portando la digitalizzazione a diffondersi in molti settori ancora legati allo svolgimento di operazioni in presenza, come ad esempio quello finanziario, in cui lo sportello bancario era un elemento imprescindibile in epoca pre-pandemica.

Per questo motivo sono proprio le istituzioni che oggi si avvicinano alle fintech, per chiedere loro tecnologie digitali da integrare all’interno della propria offerta, in modo da riuscire ad offrire servizi sempre più flessibili, veloci e originali. È ciò che viene chiamato Banking as a Service (BaaS), ovvero la fornitura di un’offerta bancaria completa (che includa prestiti, pagamenti, conti correnti e di deposito, servizi di tesoreria e conciliazione) a corredo e completamento del core business di qualsiasi impresa. Questo è quello che nel tempo ha fatto anche Workinvoice.

Una piattaforma tecnologica aperta e adattabile

Nel tempo Workinvoice ha infatti sviluppato integrazioni con istituti finanziari, large corporates, Confidi, reti di mediatori crediti e software di fatturazione elettronica tra cui Cribis, Banca Sella, Gruppo Azimut, Enel X, Ebury e molti altri. In collaborazione con questi partner strategici si impegna a progettare e costruire soluzioni per anticipare le aspettative digitali dei clienti con rapidità ed efficacia.

Chi diventa partner di Workinvoice può infatti aggiungere uno o più prodotti innovativi alle soluzioni a propria disposizione per soddisfare le esigenze dei clienti nella gestione del capitale circolante.

Il modello è quello di una piattaforma plug-n-play di facile utilizzo per il cliente e di rapida integrazione con tutti i soggetti interessati ad offrire Value Added Services alla propria base di clientela. I servizi basati su cloud permettono infatti una rapida scalabilità e le architetture flessibili consentono lo scambio dei dati in tempo reale.

I modelli di integrazione di Workinvoice

Ogni partnership è dunque totalmente personalizzata in base alle esigenze e specificità del singolo partner. Abbiamo integrato i nostri servizi all’interno di diverse piattaforme finanziarie o di E-Invoicing come processi e strumenti digitali di onboarding personalizzati che permettono una pre-valutazione veloce e semplice tramite il nostro modello automatizzato di pre-screening.

Inoltre le nostre interfacce di programmazione delle applicazioni (API) consentono lo scambio standardizzato dei dati: possiamo quindi gestire tutti gli aspetti del customer workflow, come l’acquisizione di nuovi clienti, il risk management, la gestione dei pagamenti e l’aggregazione dei fornitori di capitale.

Gli strumenti a supporto della partnership

Ma vediamo nello specifico quali sono gli strumenti e i servizi che abbiamo sviluppato per supportare i nostri partner nella comunicazione e vendita delle nostre soluzioni:

  • Partnership personalizzata in base alle esigenze come integrazione tramite API, landing dedicata, link personalizzato.
  • Strumenti digitali a supporto come il Simulatore Cash to Conversion, cioè una landing con un PDF scaricabile che permette di stimare e quantificare facilmente la capacità del nostro Invoice Trading di incidere su alcuni dei principali parametri aziendali e Smart Targeting Model, un modello di targeting che permette di analizzare e qualificare il vostro parco clienti secondo tre fasce basate sulla probabilità di conversione (Low, Average, High) aiutandovi nell’acquisizione del portafoglio clienti dei deal con maggiore probabilità di successo.
  • Commissioni continuative sulle cessioni per 5 anni e premio di qualità annuale.
  • Attività a supporto: Consulenza su targeting e comunicazione, formazione su prodotti tramite webinar informativi, newsletter mensile dedicata ai partner.
  • Supporto alle attività di comunicazione dei partner grazie a template dedicati a loro disposizione (blog, social, newsletter, video, whitepaper, presentazioni), webinar e comunicazione outbound co-branded.
  • Area riservata dalla quale è possibile avere piena visibilità sull’avanzamento delle richieste e delle commissioni maturate.

Ti è piaciuto questo articolo?

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Condividi sui social

Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

ALTRE NOTIZIE SIMILI

banca sella workinvoice
Workinvoice news
20 Aprile 2021

Workinvoice insieme a Banca Sella: nasce il primo servizio di open banking per le imprese totalmente integrato e digitale

blog-embedded-5
Insight & Business tips
22 Gennaio 2021

Dal FinTech all’Embedded Finance

blog-img potenza 4
Insight & Business tips
4 Dicembre 2020

Personalizzazione, velocità e digitalizzazione: le carte vincenti del Fintech in un mondo che cambia

Cribis Cash
Insight & Business tips, Workinvoice news
24 Giugno 2020

Convergenza tra fintech e marketplace B2B. Il caso dell’Invoice Trading e la partnership Cribis-Workinvoice

Resta aggiornato
Iscriviti alla newsletter Workinvoice

Workinvoice
Piazza San Camillo de Lellis 1, 20124 Milano

info@workinvoice.it
(+39) 02-868-91072

About

WorkInvoice © 2016 / P.IVA 08451350964 / Numero REA MI-2027541 / Payment Agent: Regafi 86989 / designed by SUNNYONES