Faq

Vuoi conoscerci meglio? Trova le risposte alle tue domande

Chi può utilizzare Workinvoice?

Al mercato online di Workinvoice possono partecipare imprese di ogni dimensione (purché nella forma giuridica di società di capitali) interessate a cedere i propri crediti commerciali superiori a €10.000 (iva inclusa e per singola fattura) verso società di capitale privato (Srl o Spa) per ottenere liquidità in modo rapido.

Come funziona il processo di iscrizione?

Il procedimento per aderire a Workinvoice è composto da 4 fasi:

  1. Registrazione online sul sito Workinvoice e caricamento delle informazioni sui propri debitori, per verificare che i requisiti minimi di accettazione siano rispettati
  2. Caricamento dei propri dati societari
  3. Breve colloquio telefonico con il risk manager
  4. Sottoscrizione del contratto e pagamento della fee di iscrizione una tantum

Quanto costa aderire al mercato di Workinvoice?

L’unico costo fisso è rappresentato dalla fee d’iscrizione di € 450, pagabile alla sottoscrizione del contratto.

Quando posso iniziare a vendere le mie fatture?

Dopo avere restituito firmato il contratto di adesione, il seller (il cedente) può subito iniziare a caricare sulla piattaforma Workinvoice le fatture che intende mettere in asta.

Quali fatture sono vendibili su Workinvoice?

Su Workinvoice si possono vendere fatture che rappresentano crediti esigibili, cedibili e non scaduti verso imprese di capitale privato (è esclusa la PA) di medio-grande dimensione. Le fatture si riferiscono a beni già consegnati o a servizi già erogati.

Quali fatture non possono essere cedute?

  • crediti commerciali verso la Pubblica Amministrazione ed enti pubblici;
  • crediti commerciali sui quali vige un espresso divieto alla cessione da parte del debitore;
  • crediti commerciali non esigibili in quanto la prestazione non è stata interamente eseguita o è stata contestata dal cliente o è oggetto di compensazione;
  • crediti commerciali già ceduti o anticipati da banche commerciali o factoring;
  • crediti commerciali verso aziende che non siano società di capitali (Srl o Spa);

Quali crediti commerciali è più facile vendere?

  • Fatture emesse nei confronti di società debitrici di medio-grande dimensione (fatturato superiore ai 10 milioni di Euro);
  • Fatture emesse nei confronti di società debitrici italiane con marchi conosciuti;

Su queste categorie sarà più facile ottenere offerte competitive da uno o più buyer (investitori).

Sono obbligato a vendere tutte le mie fatture emesse sullo stesso cliente?

Workinvoice, a differenza del factoring, non impone alcun obbligo o vincolo di vendita dell’intero fatturato annuo emesso verso un singolo cliente. Il seller può decidere sempre quale fattura vendere su Workinvoice, quale anticipare con un ente finanziario e quali non vendere.

Devo presentare qualche garanzia?

No, nessuna garanzia, né personale né finanziaria.

Cosa succede in caso di mancato pagamento della fattura?

La cessione a titolo definitivo del credito commerciale si intende ‘pro-soluto’, quindi il rischio di mancato pagamento è trasferito al buyer, che non potrà rivalersi sul seller. Qualora il mancato pagamento sia invece dovuto a contestazioni di natura commerciale sulla prestazione sottostante (fornitura di beni o servizi), il credito non è più ritenuto esigibile e il buyer potrà contestare la validità del contratto di cessione, richiedendo il rimborso.

Quali sono gli ulteriori vantaggi di cedere le fatture su Workinvoice?

Oltre a flessibilità e convenienza, la cessione dei crediti ha anche effetti positivi sul bilancio dell’azienda (riduzione della posizione creditoria, miglioramento del capitale circolante, etc.). La soluzione Workinvoice inoltre non ha alcun impatto sulla centrale rischi del seller.

Cosa serve per utilizzare Workinvoice?

Operare sul mercato online di Workinvoice è molto semplice. Basta infatti un computer o un tablet perché si tratta di un’applicazione web facilmente accessibile.

Come funziona l’anticipo fatture online con Workinvoice?

Le aziende che anticipano le proprie fatture grazie a Workinvoice ricevono nel giro di 48 ore un acconto da parte del buyer che corrisponde al 90% dell’importo del credito commerciale. Alla scadenza della fattura, quando il debitore pagherà il buyer, il seller percepirà il saldo pari al 10% dell’importo della fattura al netto del rendimento del buyer.

Tale saldo viene definito in sede d’asta, sulla base dei parametri indicati dal seller stesso. Il seller, infatti, quando inserisce la fattura sulla piattaforma indica il saldo minimo e quello preferito (buy now) che vuole ricevere.

Alla conclusione dell’asta il credito viene aggiudicato il buyer che ha offerto il saldo più alto, ossia il prezzo maggiore.

Ad esempio, se si decide di vendere una fattura da € 100.000 con pagamento a 60 giorni dopo l’aggiudicazione dell’asta, il seller riceverà € 90.000 dal buyer vincitore dell’asta entro 48 ore. Il saldo, al netto del rendimento da riconoscere al buyer, sarà ricevuto non appena il debitore della fattura effettuerà il pagamento completo a favore del buyer.

Come posso verificare l’esito di una vendita?

Sulla piattaforma Workinvoice, nell’area riservata ai seller, compariranno i risultati delle aste in corso e di quelle concluse. Le aste concluse con successo saranno comunicate anche tramite posta elettronica certificata (PEC) da Workinvoice al seller ed al buyer del credito.

Quali sono le commissioni di Workinvoice?

Una volta venduta la fattura, e solo allora, il seller riconoscerà a Workinvoice una commissione calcolata sul valore dell’Acconto (90% dell’importo del credito) pari a:

  • 0,40% per durata attesa della fattura fino a 60 giorni
  • 0,65% per durata attesa compresa tra 61 e 90 giorni
  • 0,90% per durata attesa superiore a 91 giorni

Workinvoice svolge attività regolamentate?

Nessuna delle attività svolte da Workinvoice ricade tra le definizioni di attività regolamentate. Infatti Workinvoice non svolge attività di finanziamento, né quella di mediatore creditizio e neppure quella di prestatore di servizi di pagamento. I nostri consulenti legali verificano costantemente se qualcuna delle nostre attività rientri ai sensi di qualsiasi forma di regolamentazione in considerazione della continua evoluzione della normativa dei servizi finanziari.

Maggiori informazioni su Workinvoice

Che cos’è Workinvoice?

Workinvoice è la prima piattaforma italiana via web che consente alle PMI di cedere le proprie fatture emesse nei confronti di aziende di grandi dimensioni in maniera più flessibile rispetto al ricorso ai canali tradizionali (factoring e banche), tutto ciò grazie ad un meccanismo di asta pubblica che coinvolge investitori istituzionali e professionali.

Chi ha fondato Workinvoice?

Workinvoice è stata fondata da un gruppo di soci con esperienza nel mondo della finanza d’impresa, del mercato dei capitali e della tecnologia applicata alla finanza. Se vuoi maggiori informazioni, visita la sezione Scopri -> Chi siamo.

Dove trovo ulteriori informazioni su Workinvoice?

Per ulteriori informazioni ti invitiamo a contattarci inviando un'email all’indirizzo info@workinvoice.it oppure a telefonarci al numero 800 98 45 89.

Dove sono gli uffici di Workinvoice?

Workinvoice è basata a Milano, in Italia. Il nostro ufficio si trova in via Petrella, 22.

Vuoi saperne di più?

Mandaci una mail e ti risponderemo al più presto. Altrimenti prenota una telefonata e ti chiameremo noi.

Contattaci via mail o Prenota una telefonata